fuori i fascisti dagli spazi comunali. La mozione sostenuta da ANPI, ARCI, Istituto Storico della Resistenza, DORA

Tipo di evento:

Data: 12/12/2017 - 14/12/2017 00:00


Nel corso della seduta del 13/14 dicembre, Il Consiglio comunale di
Aosta tratterà anche una mozione, presentata dalla consigliera Carola
Carpinello, avente ad oggetto “VALORI DELLA RESISTENZA ANTIFASCISTA E
DEI PRINCIPI DELLA COSTITUZIONE REPUBBLICANA”.

Mozioni simili, che impegnano le amministrazioni comunali a non
concedere spazi pubblici ad organizzazioni non rispettose dei valori
della nostra Repubblica antifascista, sono già state approvate in
molti comuni italiani, su proposta dell’ANPI.

Anche per Aosta, si chiede:

1) di perseguire politiche sociali orientate al sostegno delle fasce
di popolazione più deboli e marginali e del ceto medio duramente
colpito dalla crisi economica, affinché vengano disinnescati i
possibili conflitti alimentati dalla retorica neofascista;
2) di sostenere e promuovere iniziative culturali affinché sia
mantenuta la memoria storica e sia posto all’attenzione, soprattutto
delle giovani generazioni, l’affacciarsi di nuovi fascismi che mettono
in discussione i principi democratici e di pacifica convivenza;
3) di subordinare la concessione di suolo pubblico, spazi e sale di
proprietà del Comune a dichiarazione esplicita di rispetto dei valori
antifascisti sanciti dall’ordinamento repubblicano.

Le sottoscritte associazioni invitano il Sindaco e il Consiglio
comunale di Aosta a fare propria la mozione e ad approvarla nel corso
della prossima adunanza.

La Resistenza al fascismo non è solo un dovere, ma una necessità
sempre attuale, in quanto fondamento della nostra democrazia.

Buone resistenze

Arci VdA, ANPI VdA, Istituto Storico della Resistenza in Valle d’Aosta, DORA

Lascia un commento